Per decenni, il movimento operaio americano ha perso slancio. I sindacati rappresentano solo il 7% dei lavoratori del settore privato. Negli ultimi anni non è stata adottata alcuna legislazione pro-sindacale significativa. Le leggi sul diritto al lavoro che minano l’influenza sindacale si sono diffuse in 27 stati. Il movimento sindacale sta ora dando segni di vita, soprattutto nel settore tecnologico.

Il mese scorso, gli ingegneri del software e altri di Alphabet, la società madre di Google, hanno annunciato la nuova Alphabet Workers Union (awu) per “proteggere … i lavoratori, la nostra società globale e il nostro mondo”. Il sindacato non ha chiesto lo status ufficiale, ma addebita l’1% del risarcimento totale e ha appena raccolto il primo round di contributi dai suoi circa 800 membri – visti i loro salari lussuosi, una cifra decente da spendere per gli avvocati. E l’8 febbraio, 5.800 schede sono state inviate ai lavoratori sindacali in un magazzino di Amazon in Alabama. Se entro la fine di marzo la maggioranza sosterrà il sindacato, l’impresa sarà la prima joint venture del gigante dell’e-commerce in America./p>